Formazione

Elementi essenziali di un elettrostimolatore e della sua applicazione

Ultimo aggiornamento: 7 novembre 2018

  • Condividi sui social

Gli elettrodi per la trasmissione transcutanea

Sono un elemento fondamentale per raggiungere i risultati migliori attraverso l’elettrostimolazione muscolare.

Un uso corretto permette di migliorare la sensazione corporea durante il trattamento e consente agli elettrodi di durare più a lungo, evitando spese superflue. Dall’altra parte, in molte occasioni un loro scorretto utilizzo è la causa per cui non si ottengono i benefici sperati.

È importante evitare di staccare gli elettrodi tirandoli per il cavo, per non causarne la rottura.

In ogni caso, anche facendo attenzione, con il tempo l’aderenza degli elettrodi diminuisce, si produce una disidratazione e il gel si secca, perdendo aderenza e conduttività.

Dopo il loro utilizzo, gli elettrodi vanno sempre riposti nel loro sacchetto di plastica facendo un po’ di pressione con le dita per far uscire l’aria rimasta all’interno.

Gli elettrodi devono essere conservati secondo le prescrizioni indicate nelle istruzioni d’uso, con particolare attenzione ai riferimenti di temperatura e umidità relativa.

I cavi ed i collegamenti dell’elettrostimolatore

Il dispositivo deve essere trattato con cautela e conservato con cura.

Generalmente si dedica molta attenzione al dispositivo, il generatore. In realtà, è necessario prestare attenzione a tutti i componenti perché se i cavi non si trovano in buone condizioni, viene meno l’efficacia e la sicurezza dell’intero trattamento.

È importante conservarli nel contenitore in cui si trovano al momento dell’acquisto ed è altrettanto importante piegarli delicatamente per evitare di sforzarli o sottoporli a torsioni che potrebbero rompere le fibre elettriche.

Sia al momento di inserire lo spinotto nell’elettrodo che al momento di collegare il connettore all’elettrostimolatore, è necessario prestare attenzione e farlo con delicatezza. Eventuali movimenti bruschi o eseguiti con eccessiva pressione potrebbero rovinare i componenti.

Gli apparecchi di elettrostimolazione

Bisogna sempre seguire le indicazioni del fabbricante dell’apparecchio acquistato.

Riportiamo di seguito come esempio le indicazioni date per il modello T-One Medi Sport, uno degli apparecchi moderni che offrono il miglior rapporto qualità/prezzo.

Avvertenze

  • Controllare la posizione ed il significato di tutte le etichette poste sull’apparecchiatura;
  • Non danneggiare i cavi di collegamento agli elettrodi, evitare inoltre di avvolgere i cavi stessi attorno all’apparecchio;
  • Non utilizzare l’apparecchio nel caso si riscontrino danneggiamenti allo stesso o agli accessori (cavi danneggiati): contattare il fabbricante secondo quanto riportato al paragrafo “Assistenza”;
  • Evitare l’uso del sistema a persone non adeguatamente istruite tramite la lettura del manuale;
  • Evitare l’uso in ambienti umidi;
  • Durante la terapia si consiglia all’utilizzatore di non indossare oggetti metallici;
  • Vietato posizionare gli elettrodi in modo che il flusso della corrente attraversi l’area cardiaca (es: un elettrodo nero sul petto e un elettrodo rosso sulle scapole);
  • Vietato l’uso del dispositivo con elettrodi posti sopra od in prossimità di lesioni o lacerazioni della cute;
  • Vietato posizionare gli elettrodi su seni carotidei (carotide), genitali;
  • Vietato posizionare gli elettrodi in prossimità degli occhi e non investire il bulbo oculare con la corrente erogata (un elettrodo diametralmente opposto all’altro rispetto all’occhio); mantenere una distanza minima di 3 cm. dal bulbo oculare;
  • Elettrodi di sezione inadeguata possono provocare reazioni della pelle o scottature;
  • Non utilizzare gli elettrodi se sono danneggiati anche se aderiscono bene alla cute;
  • Utilizzare solo cavi ed elettrodi forniti dal fabbricante;
  • Vietato l’uso quando l’elettrodo non aderisce più alla cute. Un reiterato utilizzo degli stessi elettrodi può compromettere la sicurezza della stimolazione, infatti può causare un arrossamento cutaneo che persiste parecchie ore dopo la fine della stimolazione;

Il fabbricante si considera responsabile delle prestazioni, affidabilità e sicurezza dell’apparecchio soltanto se:

  • Eventuali aggiunte, modifiche e/o riparazioni sono effettuate da personale autorizzato;
  • L’impianto elettrico dell’ambiente in cui T-One Medi Sport è inserito è conforme alle leggi nazionali;
  • L’apparecchio è impiegato in stretta conformità alle istruzioni di impiego contenute in questo manuale.

La pelle

L’elettrodo va a contatto con la pelle e deve aderire ad essa per tutta la sua superficie.

La porzione di pelle su cui si applica l’elettrodo deve rimanere pulita non solo per preservare le buone condizioni degli elettrodi, ma anche per fare in modo che la corrente non incontri ulteriori resistenze al suo passaggio.

Dato che la corrente deve attraversare la pelle per arrivare al nervo motore, qualsiasi cosa si interponga genererà una resistenza al flusso elettrico.

Se la quantità di peli non è eccessiva, non è necessario depilarsi; in caso contrario è meglio farlo.

Inoltre, è sconsigliato applicare gli elettrodi prima che siano passate alcune ore dalla depilazione. In caso contrario si proverà una sensazione di fastidio nella zona appena rasata.

La postura del corpo

Si possono effettuare allenamenti neuromuscolari in molte posizioni differenti e con differenti angolazioni, in modo da lavorare sulla forza massima proprio nella parte di movimento di maggior interesse.

In particolare, gli sportivi a livello agonistico dovranno considerare le ampiezze del movimento e l’applicazione della forza massima in quelle angolazioni precise che più gli interessano a seconda dello sport praticato.

Allo stesso modo, si può lavorare sulla flessibilità, a seconda dell’angolo formato dalle leve ossee e del gruppo muscolare su cui si lavora.

Il corpo forma un tutt’uno e, per ottenere i migliori risultati, sarebbe conveniente avere delle conoscenze, seppur basilari, di biomeccanica e anatomia. In caso contrario un fisioterapista oppure un preparatore atletico possono aiutare. Permetterà di capire in che modo alcune articolazioni influiscono su altre articolazioni, alcuni muscoli su altri muscoli e come, per esempio, per allenare i gemelli non conta solo la posizione della caviglia, ma anche quella del ginocchio.

Essere a conoscenza di questi principi permetterà di sfruttare al massimo le potenzialità dell’allenamento con elettrostimolazione.

  • Condividi sui social